Contro l'immigrazione in città: le politiche di controllo urbano in chiave storica 
Stefano Gallo (CNR -ISMed)
11_25febbraio.jpg
25 febbraio

Il 10 febbraio 1961 venne abrogata una legge del 1939 intitolata “Provvedimenti contro l’urbanesimo” di contrasto all’immigrazione urbana. Con questa norma il fascismo aveva costruito intorno alle città italiane tante barriere burocratiche contro gli immigrati, ovviamente italiani: chi voleva iscriversi all’anagrafe municipale venendo da fuori – dalle campagne o da altre città – doveva dimostrare di avere un lavoro; per avere un lavoro era necessario registrarsi all’ufficio di collocamento, ma l’iscrizione era riservata ai soli residenti.

WhatsApp Image 2021-01-13 at 10.34.27.jp